Acquistare casa: arriva il Leasing Immobiliare

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto tra le altre agevolazioni per acquistare casa il Leasing Immobiliare.
Si tratta di una realtà importante per le imprese, ma sconosciuta ai privati che fino ad oggi non hanno avuto alcuna convenienza economica e fiscale ad acquisire in leasing l’abitazione principale.
Secondo le stime, infatti, i possibili beneficiari dell’agevolazione fiscale potrebbero essere oltre un milione di contribuenti: 200.000 giovani tra i 25 e i 34 anni e oltre 830.000 i contribuenti con età superiore a 35 anni.

Leasing Immobiliare: chi può usufruirne

Possono usufruire del Leasing immobiliare abitativo tutti i soggetti con reddito non superiore a 55.000 euro, privi di abitazione principale che stipuleranno un contratto tra il 1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2020.
Per individuare la soglia di reddito si può far riferimento all’ultima dichiarazione dei redditi.

Leasing Immobiliare: quali sono i vantaggi fiscali

Si potranno portare in detrazione dalla dichiarazione dei redditi i costi del leasing “prima casa”.
Per i giovani sotto i 35 anni all’atto della stipula del contratto gli incentivi fiscali sono:

  • la detraibilità pari al 19% dei canoni di leasing (fino ad un importo massimo di 8 mila euro annui)
  • la detraibilità pari al 19% del prezzo del riscatto (fino ad un importo massimo di 20 mila euro)

Per i soggetti con età uguale o superiore a 35 anni sono:

  • la detraibilità pari al 19% dei canoni di leasing (fino ad un importo massimo di 4 mila euro annui)
  • la detraibilità pari al 19% del prezzo del riscatto (fino ad un importo massimo di 10 mila euro)

Sia per gli under 35 che per gli over 35, l’imposta di registro sull’acquisto dell’abitazione “prima casa” è ridotta all’ 1,5%.

Qui sotto trovate la guida completa fornita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze

Guida Leasing Immobiliare

 

Bonus Mobili 2016: tutto quello che devi sapere.

Bonus Mobili 2016 tutto quello che devi sapere

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto il Bonus Mobili, una detrazione Irpef per le giovani coppie che sostengono spese per l’arredamento.

Ad ottobre avevamo già parlato del Bonus Arredi che estendeva alle giovani coppie la detrazione del 50% sulle spese per acquisti di mobili, il Bonus Mobili 2016, invece,  è una detrazione che spetta per un ammontare di spesa non superiore a 16.000 Euro da ripartire in 10 quote annuali di pari importo.

Bonus Mobili: i requisiti

L’agevolazione spetta a giovani coppie che acquistino un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale.
Per giovani coppie si intendono coppie in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni di età nel 2016.
Le giovani coppie possono essere coniugi, non importa la durata del matrimonio purché il requisito persista nel 2016, o conviventi da almeno 3 anni.
L’attestazione della convivenza può essere effettuata tramite iscrizione dei 2 componenti nello stesso stato di famiglia o un’autocertificazione tramite dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Bonus Mobili: quali sono le spese riconosciute

La detrazione è riconosciuta per le spese sostenute dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2016.
Il bonus spetta per l’acquisto dei mobili, non per gli elettrodomestici, ma potete far riferimento ai chiarimenti forniti nella Circolare n. 29/E.
Per usufruire della detrazione non sono ammessi pagamenti mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento, ma è possibile utilizzare bonifico ordinario o il pagamento con carte di debito/credito.

La detrazione non è cumulabile con il bonus mobili ordinario (ossia quello relativo agli immobili oggetto di intervento di ristrutturazione).

Una casa a misura di Gatto

 

Una casa a misura di GattoGli amanti dei gatti sanno quanto sia importante avere uno spazio adeguato per i loro bisogni, non richiedono spazi enormi, ma non rinunciano alle loro piccole comodità.

Tutto ciò che vogliono è un posticino gradevole dove passare le 14/15 ore di sonno al giorno, qualche giocattolino per tenersi attivi, cibo e acqua.

Creare una casa a misura di felino è più facile di quanto pensiamo e con pochi suggerimenti possiamo rendere il nostro micio davvero felice.

Dolce Dormire!

Per le sue 14/15 ore di sonno avrà bisogno di tanti posticini dove dormicchiare. La finestra al sole potrebbe diventare il suo posto preferito, ma anche una sedia, una poltrona, il termosifone. Una copertina o un cuscino in qualche luogo strategico e potrà riposarsi felice dopo aver giocato!

Ricordiamo che i gatti adorano le scatole, quindi avere una cuccia chiusa tutta per loro è essenziale, che sia di cartone o all’ultima moda creiamo una tana dove possa appisolarsi in tutta tranquillità.

L’albero Felino

I mici adorano stare “in alto”, prediligono le posizioni sopraelevate, la soluzione ideale è un albero felino.

Se amiamo il fai da te possiamo creare mensole, scale, percorsi, insomma possiamo trovare una soluzione creativa su misura per la casa, ma in vendita troviamo attrezzature per tutti i gusti e per tutte le tasche, spesso già corredate di una colonna tiragraffi, altro elemento essenziale se si divide casa con un felino!

Erba Gatta sempre fresca e Catnip a disposizione!

Mai far mancare ad un micio la sua erba gatta, possiamo piantarla noi stessi, magari in più vasi seminati a distanza di una/due settimane così da averla sempre fresca.

E non dimentichiamo che il catnip, secco o fresco che sia, potrebbe essere indispensabile, al solo odore i gatti vanno in estasi. Utile per farcire qualche giochino con cui tenere occupato il nostro amico per qualche ora o per fargli amare il nuovo tiragraffi che non vuol proprio prendere in considerazione!

E se vogliamo renderlo davvero felice piantiamo del catnip in un vaso rettangolare abbastanza grande, sarà il suo praticello personale e ci si rotolerà ore ed ore.

Il divertimento al primo posto

I gatti hanno bisogno di essere attivi e giocare e mangiano piccole quantità di cibo più volte al giorno, sistemiamo giochini e piccoli snack in giro per la casa. I giochi dispensa-cibo sono molto utili, creeremo ogni giorno per lui una piccola caccia!

Non facciamogli mai mancare acqua fresca e un posticino intimo per i bisogni, magari una lettiera chiusa, e, se abbiamo più di un gatto, ricordiamo che non amano condividere, ad ognuno la sua ciotola e la sua lettiera!

Comprare un immobile tutto quello che devi sapere.

Comprare un immobile tutto quello che devi sapereL’acquisto di un immobile è una scelta davvero importante, è una decisione che può avere delle ricadute sui prossimi trenta anni. Cambierà la nostra vita, per questo quando lo facciamo è importante prestare molta attenzione.

Facciamo bene i conti prima

Spesso non facciamo bene i conti, non consideriamo tutte le imposte e le spese extra, né valutiamo tutte le spese relative almutuo. Il 99% degli acquirenti non si informano prima sulle tasse da pagare!
Dobbiamo aggiungere circa un 10% per le spese, oltre all’IVA e alle imposte di registro, infatti, ci sono le imposte catastali.
Anche il mutuo comporta spese extra, l’imposta ipotecaria, ad esempio, vale il 2% dell’importo del mutuo e non dimentichiamo che molte banche chiedono anche un’assicurazione per cautelarsi.

E facciamo bene i conti anche dopo!

E le spese che arriveranno una volta comprata casa? Quando si compra un immobile, nel bilancio preventivo dovremmo considerare oltre ai mobili anche le spese che subentreranno poi! Comprare una casa significherà anche pagare un condominio e le relative spese di manutenzione; se la casa è indipendente le spese per la manutenzione potrebbero essere anche più alte.

Prezzi in continua ascesa?

Non compriamo casa pensando che i prezzi aumentino di continuo, il mercato immobiliare è, come tutti gli altri mercati, in continua evoluzione, a volte sale, a volte scende, altre volte resta stabile. Non compriamo un immobile pensando di rivenderlo tra un anno e specularci sopra, cerchiamo di comprare l’immobile perfetto per le nostre esigenze e, magari, mettiamoci anche un pizzico di lungimiranza!

Via libera alle trattative!

Paura della trattativa? Spesso i prezzi degli immobili sembrano irraggiungibili se ci aggiungiamo tutte le spese, magari però possiamo raggiungere un buon compromesso. Facciamoci aiutare dal nostro agente immobiliare, non rinunciamo solo perché siamo convinti che il prezzo non sia trattabile, il nostro agente potrebbe stupirci!

Emotività? No grazie!

Non facciamoci prendere dall’emotività. Dopo mesi di ricerca ci si sente sfiancati ed è più facile prendere una decisione errata. Non possiamo permetterci di prendere una cattiva decisione sulla scelta della nostra casa. Prendiamoci piuttosto un momento di riflessione, dopo una pausa torneremo alla ricerca più carichi e motivati che mai.

Come creare la nostra Spa in casa

Non sarebbe un sogno poterci rifugiare in una piccola Spa privata ogni volta che ne abbiamo voglia? Ecco, quindi, qualche consiglio, per creare un angolo di paradiso in casa nostra!

Scegliamo materiali naturali come il legno e puntiamo su colori chiari e tinte neutre.

Il grande dilemma: Box doccia o Vasca?

Scegliamo un box doccia o una vasca da bagno adeguati: nel primo caso è bene optare per una soluzione aperta e il più minimalista possibile; nel secondo invece privilegiamo linee morbide e tondeggianti.

come creare una spa in casaprepararsi-un-bagno

come creare una spa in casacome creare una spa in casa

Se il budget lo permette perché non regalarci l’idromassaggio?

E gli accessori?

Scegliamo della biancheria da bagno che non sia solo bella, ma anche confortevole.

come creare una spa in casacome creare una spa in casa

 

Privilegiamo candele senza profumazioni per non caricare di troppi profumi il nostro momento di piacere e puntiamo invece sugli olii essenziali. Scegliamone uno adatto al nostro stato d’animo, mettiamolo in una ciotolina in un angolino del box doccia o sulla vasca, in modo che, con il vapore, non diventino troppo intensi.

Scegliamo aromi che siano affini al nostro gusto e che riescano a raggiungere l’obiettivo che stiamo ricercando. Ci sono fragranze che aiutano a rilassare, altre che sono invece energizzanti.

Ultimo passo è la luce, non deve mai essere troppo forte né diretta. Optiamo sempre per candele e lampade che permettono di avere una luce soffusa.

E adesso? Abbassiamo le luci, mettiamoci comodi e godiamoci il momento relax.

Avete altri suggerimenti? Condivideteli con noi, siamo curiosi di conoscere i vostri segreti!