Bonus Mobili 2016: tutto quello che devi sapere.

Bonus Mobili 2016 tutto quello che devi sapere

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto il Bonus Mobili, una detrazione Irpef per le giovani coppie che sostengono spese per l’arredamento.

Ad ottobre avevamo già parlato del Bonus Arredi che estendeva alle giovani coppie la detrazione del 50% sulle spese per acquisti di mobili, il Bonus Mobili 2016, invece,  è una detrazione che spetta per un ammontare di spesa non superiore a 16.000 Euro da ripartire in 10 quote annuali di pari importo.

Bonus Mobili: i requisiti

L’agevolazione spetta a giovani coppie che acquistino un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale.
Per giovani coppie si intendono coppie in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni di età nel 2016.
Le giovani coppie possono essere coniugi, non importa la durata del matrimonio purché il requisito persista nel 2016, o conviventi da almeno 3 anni.
L’attestazione della convivenza può essere effettuata tramite iscrizione dei 2 componenti nello stesso stato di famiglia o un’autocertificazione tramite dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Bonus Mobili: quali sono le spese riconosciute

La detrazione è riconosciuta per le spese sostenute dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2016.
Il bonus spetta per l’acquisto dei mobili, non per gli elettrodomestici, ma potete far riferimento ai chiarimenti forniti nella Circolare n. 29/E.
Per usufruire della detrazione non sono ammessi pagamenti mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento, ma è possibile utilizzare bonifico ordinario o il pagamento con carte di debito/credito.

La detrazione non è cumulabile con il bonus mobili ordinario (ossia quello relativo agli immobili oggetto di intervento di ristrutturazione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *